L’Abruzzo nel cuore

L’Abruzzo sembra attraversare un momento difficile e amaro. Per ironia del destino è proprio la montagna, l’immagine che più frequentemente associamo a questa regione, che l’ha colpita a morte. Io amo l’Abruzzo, per antiche e profonde ragioni. Mia madre, abruzzese per parte di padre, da bambina passava l’estate in un paesino dal nome parlante, Colle di Mezzo, che non mi ha mai fatto vedere, perché diceva che se avesse ripercorso quella strada, all’ultima curva il cuore le si sarebbe fermato: per la gioia o per il dolore, non l’ho mai capito.

Poi l’ Abruzzo è diventato anche la mia seconda regione, insieme alla Puglia, e ho imparato a conoscerla ed amarla in prima persona. E’ per questa ragione che quando ho pensato ai testi per il secondo di questi corsi di italiano ne ho scritto uno che è un omaggio ad un paese dell’Abruzzo e a questo popolo forte e coraggioso. Lo riporto qui: chissà che non lo legga anche qualcuno di loro…

Un paese speciale

Scanno è un piccolo paese di montagna dell’Abruzzo, una regione dell’Italia Centrale. Molti italiani lo scelgono come luogo di vacanze estive ed invernali.

Scanno ha un carattere particolare, in confronto ad altri paesi arricchiti dal turismo. Questi, spesso, perdono la loro anima, cambiano il loro modo di essere e di pensare.

A Scanno, invece. l’anima originale dei suoi abitanti si vede ancora.

La gente ha conservato un carattere fiero e semplice, come quando gli uomini erano soprattutto pastori e portavano le pecore a passare l’inverno nell’Italia Meridionale, in Puglia.

Il turismo ha portato il benessere, ma gli abitanti di Scanno non si danno arie: parlano in maniera sincera, danno allegramente del tu a tutti e non amano vantarsi delle loro buone azioni.

Per esempio, durante la seconda guerra mondiale gli scannesi hanno aiutato molti soldati italiani che dovevano nascondersi. Uno di questi soldati, molti anni dopo, è anche diventato Presidente della Repubblica. Gli abitanti di Scanno, però, non amano parlarne. Era la cosa giusta da fare, che c’è di strano?Scanno 1 Scanno 2

Comments

Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

www.litalianoespressonline.it

Learn How to Use IEO

Subscribe and these free lessons will come step by step via email:

1. How to use movies.
2. How to use question/answer lesson.
3. Why so little grammar? Final exercise.

E-Mail*

Please double check correct spelling of your email address!
We respect your email privacy
www.litalianoespressonline.it
www.litalianoespressonline.it
www.litalianoespressonline.it

www.litalianoespressonline.it

www.litalianoespressonline.it

www.litalianoespressonline.it

www.litalianoespressonline.it